Immagini del Monte Croce


I percorsi:


Il Monte Croce, alto appena 945 metri, dista dalla città, in linea d’aria, meno di 30 Km. Percorrendo la Statale della Cisa appare ad Est come una collinetta del tutto insignificante a cui nessuno fa caso ma, visto da Calestano, si presenta come una imponente montagna che domina tutto il paesaggio circostante. Percorrendo poi i primi chilometri della strada provinciale che collega Calestano con Berceto vi offrirà uno stupendo scenario in uno dei luoghi più belli e selvaggi della Val Baganza.
In effetti il versante del Monte Croce che volge verso il Baganza è una delle zone più selvagge della nostra provincia nonostante la sua vicinanza alla città. Quest’area, priva di strade e percorsa soltanto da impervi sentieri poco conosciuti, è rimasta completamente isolata per decenni consentendo la crescita di fitti boschi dove ha trovato rifugio una ricca fauna selvaggia (caprioli, cinghiali, cervi, lupi, volpi, tassi, scoiattoli, falchi, ecc.) che vi prospera indisturbata.
La vetta della montagna che si erge quasi a strapiombo sul torrente Baganza, domina tutta la vallata offrendovi delle stupende panoramiche dalla pianura fino al crinale.
Tutta la zona è percorsa da una fitta rete di sentieri e carraie la maggior parte dei quali sono piuttosto impervi e talvolta, a causa del loro abbandono, si confondono con la vegetazione. Manca ovviamente qualsiasi segnaletica, a parte qualche traccia rimasta nel coraggioso tentativo fatto dal CAI alcuni anni fa.
Se decidete quindi di avventurarvi in questa zona è necessario possedere un buon senso di orientamento e acquisire una buona conoscenza del territorio; un navigatore GPS vi sarà di grande aiuto. Gli sforzi che farete saranno sicuramente ricompensati.

Un ringraziamento particolare va al Prof. Corrado Guarino che ha scrupolosamente mappato col GPS l’area del Monte Croce e Montagnana rendendo possibile la realizzazione delle cartine pubblicate in questo capitolo.


I percorsi del Monte Croce visti da Google Earth.


La mappa dei sentieri.
Scarica la mappa in formato pdf





Il Monte Croce visto dalla provinciale poco prima di Tavolana.


Il Monte Croce visto da Alpicella sopra Calestano.


Il Monte Croce visto dalla provinciale nei pressi di Ravarano.