Distanza Km. 15,2; dislivello in salita e discesa m. 786;
pendenza max 32%, media 10%; quota min. m. 395, med. m. 688, max m. 1.061.

Un bel percorso che attraversa l’area più selvaggia dello Sporno.
Si parte da Calestano e, dopo aver costeggiato per un breve tratto il Rio Moneglia, si raggiunge Iano da dove inizia la salita che vi porterà fino sulla vetta. Lungo la salita, poco oltre il Castellaro, attraverserete una località denominata "Lagoni" caratterizzata dalla presenza di alcuni stagni circondati da una fitta vegetazione. In prossimità della vetta troverete diverse praterie molto suggestive circondate da una armoniosa cornice di alberi.
La cima del monte, che offre una bella panoramica sulla pianura, è il luogo ideale per riposarsi e mangiare un panino.
Si scende in direzione di Ramiano attraversando dei bei boschi che, purtroppo negli ultimi anni, sono stati in parte tagliati lasciando un alcuni punti un paesaggio brullo e degradato.
Giunti in prossimità di Ramiano si risale nuovamente per un breve tratto il Monte Agi per scendere al podere di Masano. Si prosegue per Borsano e, in breve, si ritorna a Calestano.



Il percorso visto con Google Earth. Scarica il tracciato GPS
Dopo averlo "dezippato" aprilo con Google Earth per vederlo in dettaglio. Puoi anche caricarlo direttamente sul tuo navigatore.


La mappa del percorso.
Scarica la mappa in formato pdf






.

I maggiociondoli lungo il sentiero

Un pino silvestre


Un armonioso "lago d'erba" salendo verso lo Sporno nei pressi del Castellaro.